345^: penultimo atto

è sabato, QUEL sabato, e omone mi porta la moto al lavoro, io seguo in auto, colazione, lui rincasa con la mia auto che quando smonto mi raccoglie con la 999 ed insieme e rombando si va in ducati…quando lui si avvia verso la c2 collegaEli esclama uno stupito “BEH?? ma non è la moto di omone??” ed io “no, lei è diana, lui ne ha una moooolto più rossa e cattiva!” lei sorride perchè diana è veramente grande in confronto a me, il suo moroso ci si siede dopo mio invito e lei sembra piiiiiiccola, che sotto ad un tizio di quasi due metri l’effetto è quello…insomma, la mattina passa divinamente, le clienti sono tutte tranquille e simpatiche, ogni tanto fa capolino qualcuna nel mio angolo e chiede “ma è tua la ducati??? sì??? è bel-lis-si-ma!!” ed io gongolo, rispondendo che nel pomeriggio la cambierò per vedere espressioni a punto di domanda…già, bella è bella, ma a me serve altro…tipo l’appoggio al suolo, per dirne una! insomma, arriva l’ora X, io non sono per nulla in forma e guido in modo appena sufficiente per non schiantarmi, che in preda all’emozione non mi sono resa conto delle ore passate ed inforco la moto in piena ipoglicemia, uff! in sede ci aspetta giorgiobiondo che indica una 696 rossa priva di sella, io capisco che ci stia indicando l’entrata della serie “accomodatevi che vi raggiungo” e difatti entriamo e lui arriva di lì a poco; nel mentre osservo che il rosso gp offerto nelle cover è molto arancio e non mi garba, ma risolve tutto lui “la 696 che mi è rientrata è quella rossa là fuori, ha 2200km e sei mesi esatti, mai caduta, non ha un graffio, non ha una scalfitura, bollata, ovviamente tuttta ricontrollata , te la consiglio caldamente…” io chiedo il conto esatto della differenza, lui mi studia diana, è compiaciuto che sia una euro 3, ha qualche segno di usura sul serbatoio, ma è una gran bella ragazza…il responso è “2000€ tutto compreso, vale a dire in strada chiavi in mano” ed io “ci sto”, “quando la vuoi ritirare?” “prima possibile”, “mercoledì?”, “allora fai sabato…”, e via di compilazione moduli d’ingresso e cose varie, che facilmente andrà all’estero come l’hornet, e non la rivedrò più…sono felice anche se ancora non me ne rendo, recupero il libretto dal sotto sella, mi scheggio un’unghia, penso che diana se la sia presa e sia il suo modo di dirmelo, mentre un signore che ha tirato la sua s4rs stile tricolore mi fa “prende la 696?” ed io “sì (sorriso)” e lui “ma da dentro quella????? come mai????” ed io vado in spiegazioni succinte, che sicuramente omone entro breve mi soccorrerà pensandomi schiava del portadocumenti, e rientro…martedì chiamerò in ducati per sentire se riescono a comprendermi la sella in gel bassa (-2cm)e come fare per la consegna-firma del passaggio (ed allora andrei venerdì in pausa pranzo per recarmi nell’apposita agenzia collegata) o della demolizione (sabato in sede di ritiro 696)…in tutto questo, appena mi raggiunge in prima battuta, giorgiobiondo mi fa “ti ha fatto un mucchio di complimenti l’istruttore a pranzo, eh!” ed io “hu-hu, che ha detto???” e lui “ah, ha detto -c’era la ragazza dell’ultimo turno che aveva una gran guida! impostata, andava in piega, brava, proprio brava (espressione compiaciuta-incredula)”…insomma, per noi ducatisti settembre è un gran bel mese!!!

345^: penultimo attoultima modifica: 2009-09-27T13:55:00+00:00da marijena
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento