367^: aspettando…

le giornate si sono spudoratamente allungate, il clima si è ampiamente irrigidito, la mia pazienza si sta drasticamente esaurendo…tutti i giorni le vedo sotto ai teli, ne indovino le forme dalle silhouette, mi prudono le gengive con la conseguenza che digrigno i denti per fermare il fastidio, mentre per lo stomaco e, soprattutto per il cuore, non c’è niente che possa … Continua a leggere

366^: il fiocco che infiocca

il fatto è che, durante tutta la settimana, io vivo in prospettiva del fine settimana, anche se non ho grossi programmi, ma mi basta il fatto che il cellulare-sveglia non suoni, che mi posso grattare finchè mi va, che posso fare quello che voglio e non quello che DEVO…sabato il mio cervello si sveglia alle 20.40, quando chiedo ad omone … Continua a leggere

362^: conflittando

è mattina presto, e il mio orologio biologico mi sveglia come se dovessi andare al lavoro, maledizione a lui…mi rigiro nel letto, attenta a non attentare all’appena ritrovata quasi-salute del mio trapezio, ma mi rompo in sveltezza quando comincio ad attorcigliarmi nel piumone, così me ne vo’ in cucina, che nel mentre la fame mi ha assalito…toast, quello fatto da … Continua a leggere

360^: attraverso la nebbia

martedì 12 mi sono fatta variamente esaminare il mio simpatico e anticollaborativo occhio sinistro, per vedere se debitamente scartavetrato col laser, ci potevo vedere qualcosa di meglio…entrata alle 15.00, solo alle 15.20 riesco ad ottenere una chiara indicazione di dove sedermi, che nessuno sapeva dove si facevano le cose che dovevo fare…e ne esco alle 19.40, accompagnata da omone in … Continua a leggere

359^: ri-ricominciare

oggi è il mio primo-ufficiale-solito lunedì dopo tanto tempo, ovvero: o lavoravo, o c’era omone in ferie, o ero in ferie io…oggi no, tutto come al solito, e quindi; colazione col mio primo pane da toast artigianale, che, porcamiseria, è troppo buono, ma troppo, lo mangerei come le patatine, per dire…disfacimento et rifarimento letto, avvio lavatrice con la suddetta biancheria,caffè … Continua a leggere

358^: ricominciare

…che quando ci si abitua a non avere orari, il riprendere il ritmo scandito dall’agenda è faticoso assai…le feste sono passate bene, tra inebetimento da cibo e quello da stress lavorativo, il necessario relax, una meganevicata e tentativi di spese, sono passate anche queste…settimana corta, che ho avuto l’ardire di accorciare ulteriormente uscendo un’ora prima sabato, che un impegno vitale … Continua a leggere

357^: due in un giorno!

mivogliorovinare! poi scompaio per un’altra quindicina…oggi è ricomparsa la neve, e memore dell’ultima volta, che era il 19 dicembre, l’ho vagamente maledetta…all’epoca, mi portò al lavoro omone, che ha l’antipattinamento nell’alfa, e si sentiva + tranquillo a fare così, e non andò male, nonostante la demenza nella logistica di pulizia, che prevedeva un neospartitraffico in pura neve putrida…cioè, invece che … Continua a leggere

356^: 2010

ho varie ragioni per le quali non scrivo più: sono spesso su feissbucc, mi perdo nella schifosissima ed arretrata chat e nei giochi puzzle; non ho granchè da raccontare; questa piattaforma fa sempre + schifo, non si aprono le pagine, non salva, mi dice che sbaglio indirizzo, e fortuna che avevo semplicemente cliccato su un link…ecco, per tutte queste ragioni … Continua a leggere

355^: ci sono, ci sono…

babbo natale tecnologico è arrivato, portando un lcd con lettore blueray, in salotto, ma si è preso parte dei nostri stipendi…non c’è più il babbo natale di una volta! e neanche la tv, è + quella di una volta; l’lcd è uno spettacolo, visione nitida, chiara, definita, per non parlare del lettore, col quale, tanto a significare come fosse destinato … Continua a leggere